Breaking News
Home / Politica / Comune / Messina, erbacce topi insetti alla scuola “Pascoli-Crispi: alti rischi per i bambini
Messina, erbacce topi insetti alla scuola “Pascoli-Crispi: alti rischi per i bambini

Messina, erbacce topi insetti alla scuola “Pascoli-Crispi: alti rischi per i bambini

“Una condizione di degrado e abbandono nel cuore della città. Sono tantissime le segnalazioni di genitori preoccupati che riceviamo, una situazione in cui regna l’incuria che va a scontrarsi con la presenza di moltissimi bambini”. Questa la descrizione del consigliere comunale di Ora Messina, Giandomenico La Fauci, sulle aree adiacenti il plesso della scuola dell’infanzia, distaccamento dell’Istituto Pascoli-Crispi, sito nei locali di Piazza Casa Pia, all’interno degli immobili dell’ex scuola media Juvara.

“Incredibile – prosegue La Fauci – come possa verificarsi una tale situazione. Uno stato di totale abbandono e disinteresse. Impossibile come non ci siano continui interventi in un luogo frequentato da bambini. Insetti e topi regnano sovrani, per accedere agli ingressi devono essere superate svariate zone di erbacce incolte e pericolose.”

“Da qualche tempo, – insiste La Fauci – si sono accumulati anche molti mezzi di locomozione abbandonati. Le fonti di pericolo sono molteplici, nessuno si preoccupa della salute di questi studenti”.

“In queste settimane si è, addirittura, messo in discussione il regolare inizio dell’anno scolastico. – dice – Sicuramente condivisibile la voglia del sindaco di avere scuole sicure per i nostri studenti, questo però potrebbe non bastare, quando si verificano casi del genere.”

Le aree che circondano i plessi – conclude il consigliere – devono essere monitorate e godere della stessa attenzione degli edifici stessi. Occorre applicare un piano di bonifica delle zone interessate e farlo per tutte le aree di degrado simile. Il rischio per la salute non è tollerabile, soprattutto quando accade nel cuore della città e riguarda giovanissimi e bambini.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su