Breaking News
Home / Società / Car Sharing: attivato il servizio per studenti, docenti e personale dell’Università
Car Sharing: attivato il servizio per studenti, docenti e personale dell’Università

Car Sharing: attivato il servizio per studenti, docenti e personale dell’Università

Si è svolta nella mattinata odierna, presso la Sala Senato dell’Università di Messina, una conferenza stampa per presentare l’avvio del servizio di car sharing sperimentale rivolto a studenti, docenti e personale tecnico amministrativo dell’Ateneo, curato dalla società P.I.S.T.A. s.r.l., start up che ha ideato il progetto.

Il piano di car sharing ha l’obiettivo di facilitare ulteriormente il collegamento dei poli universitari e, tra i due odierni modelli di riferimento, ovvero quello che impone di ritirare e consegnare il mezzo nello stesso posto e quello che invece consente di riconsegnarlo in un luogo diverso, è stato scelto il secondo. Meno dispendioso e più rapido.

Le auto sono già in funzione e gli stalli sono disponibili e attivi nei poli Policlinico, Papardo ed Annunziata. In questa fase iniziale, la flotta di veicoli è costituita da 25 autovetture (14 smart fortwo e 11 smart forfour) ed il loro utilizzo sarà garantito dall’apposita app P.I.S.T.A.. Gli sviluppatori del progetto sono inoltre in contatto con il Comune per consentire l’utilizzo gratuito degli stalli con strisce blu del centro cittadino.

Per accedere al servizio sarà necessario pagare una tassa d’iscrizione pari a 30 euro, che include un welcome bonus di 30 minuti, e una tariffa a consumo, pari a 30 centesimi al minuto per la smart fortwo e 32 centesimi per la smart forfour. La tariffazione sarà unica per tutte le categorie di utenza.
In futuro il servizio potrebbe essere esteso a tutta la cittadinanza declinandosi anche nella sperimentazione di altre forme di mobilità innovative e sostenibili (ad esempio il bike sharing).

L’Ateneo – ha dichiarato il Rettore, Salvatore Cuzzocrea – ha abbracciato con entusiasmo questo progetto. In questa fase di crescita, avremo il compito di far comprendere ai nostri studenti l’importanza del car sharing. Si tratta di un progetto davvero importante, nella logica di una città universitaria“.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su