Breaking News
Home / Politica / Sicurezza ambientale, Catalfamo: “L’inceneritore del Mela non vedrà la luce”
Sicurezza ambientale, Catalfamo: “L’inceneritore del Mela non vedrà la luce”

Sicurezza ambientale, Catalfamo: “L’inceneritore del Mela non vedrà la luce”

A preoccupare, insieme con “l’impianto di rifiuti pericolosi” di Villafranca, è anche l’inceneritore della Valle del Mela. A risollevare l’argomento è il capogruppo all’ARS di Fratelli d’Italia, l’On. Antonio Catalfamo, successivamente alla sentenza emessa dal TAR Catania. Centottanta giorni il termine fissato per la convalida del Piano Paesaggistico dell’Ambito 9.

“Chiederemo al Presidente Musumeci di ratificare, secondo quanto richiesto dal Tar di Catania, – dice il parlamentare- il Piano Paesaggistico dell’Ambito 9 così com’è in modo da evitare speculazioni tramite modifiche improprie.” Sua era stata la mozione che, nel gennaio dell’anno 2018, spinse il Governo Musumeci a schierarsi contro l’opera di A2A.

L’Onorevole fa notare come sussista l’eventualità che, qualora dovessero passare le modifiche richieste nell’interrogazione a firma del deputato regionale PD, Franco De Domenico, l’iter di approvazione ripartirebbe ex novo con la conseguenza che l’intero territorio del Messinese rimarrebbe “scoperto” in riferimento ai tentativi di costruire impianti inquinanti.

“Saremo fermi nelle nostre posizioni al fianco dei cittadini così come è stato per l’impianto di rifiuti pericolosi a Villafranca. – spiega Catalfamo – Il piano paesaggistico è lo strumento più utile che la Regione possiede per evitare di complicare la già delicata situazione della Valle del Mela dal punto di vista sanitario e ambientale. Il governo Musumeci è stato da sempre attento a queste tematiche e saprà, quindi, prendere la giusta decisione: l’inceneritore del Mela non vedrà la luce.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su