Breaking News
Home / Società / Sanità / Sciacalli e agnelli in Sicilia come altrove
Sciacalli e agnelli in Sicilia come altrove

Sciacalli e agnelli in Sicilia come altrove

Al Presidente della Regione Siciliana
Alla deputazione regionale di FdI
Ai Presidenti degli Ordini degli Avvocati della Sicilia
Ai Presidenti degli Ordini dei Medici della Sicilia
Ai Presidenti dei Collegi delle Ostetriche e degli Ostetrici della Sicilia
Ai Presidenti dei Collegi degli Infermieri della Sicilia

Egr. Sig. Presidente della Regione Siciliana, Deputati regionali di FdI, in Sicilia come altrove gli sciacalli hanno fiutato gli agnelli sacrificali. Gli angeli, gli addetti alla sanità, sono già guardati, con famelica attenzione, da chi vorrebbe lucrare a loro danno.
L’appello è di mettere in atto ogni provvedimento legislativo che lo statuto speciale vi consente di produrre ergendovi a loro difesa. Chi sbaglia paghi ma l’aggressione legale fine a sé stessa no.

Ai Presidenti degli Ordini degli Avvocati chiedo collaborazione.
Valutate se la pubblicità data alla possibilità di intraprendere azioni legali contro la presunta “malasanità” non violino le norme che limitano la pubblicità per gli esercenti libere professioni e se la partecipazione a queste attività rientra nei limiti della deontologia.
Intraprendere quindi, con severità, i dovuti iter nei confronti di questi pochi ma pericolosi elementi per i quali si accertassero violazioni.
Fatevi promotori di queste stesse attività verso gli Ordini di appartenenza dei legali che dovessero intraprendere azioni contro Medici Siciliani.

Si ringrazia intanto per quanto già fatto il Consiglio Nazionale Forense, l’Unione Nazionale delle Camere Civili, l’Ordine di Barcellona P. di G. e l’Ordine di Catania.

Ai Presidenti dei Collegi di Infermieri, Ostetriche e Ostetrici di Siciliani chiedo lo stesso tipo di collaborazione ma ancor più concreta e fattiva perché i loro iscritti sono le stesse vittime di questo sciacallaggio.
Ai Presedente degli Ordini dei Medici chiedo un impegno ancor più significativo perché medici sono anche una parte degli sciacalli. Paghi chi sbaglia ma paghi anche chi sostiene, da consulente di parte, o avalla da Consulente d’Ufficio, procedimenti privi di fondamento.

A tutti propongo quindi di effettuare al più presto, nel rispetto delle vigenti norme, degli incontri che possano portarci ad essere boni pastori per queste indifese greggi

Giovanni Caminiti
Dipartimento Regionale Sanità Sicilia – Fratelli d’Italia 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su