Breaking News
Home / Cultura / Arte e Libri / Messina, “Ascolto le emozioni e consiglio”, poi i libri arrivano la casa
Messina, “Ascolto le emozioni e consiglio”, poi i libri arrivano la casa

Messina, “Ascolto le emozioni e consiglio”, poi i libri arrivano la casa

Chiudono le librerie, che cosa possiamo fare? È quanto si è domandata Daniela Bonanzinga, titolare della omonima libreria indipendente, quando il Coronavirus, che definisce uno “tsunami“, si è abbattuto sulla sua attività invadendo il mondo e, inevitabilmente, la nostra città.

«La gente in quarantena ha bisogno di leggere e di consulenza». Ecco il perché della necessità di «attivare una riprogrammazione mentale, creare nuove priorità, – dice – reimpostare le relazioni umane, ricorrere all’utilizzo del virtuale per vivere una vita normale e migliorare l’aspetto delle relazioni umane, riscoprire l’affidamento, il potenziamento dell’affidarsi». A dircelo è proprio la libraia, che da sempre mette la propria professionalità al servizio della sua amata Messina.

Incuriositi, le chiediamo di condurci in un viaggio metaforico nel suo progetto. Ecco cosa ci ha raccontato: «La gente in quarantena ha bisogno di leggere e di consulenza. Ho iniziato con dirette, memorie, con il mettere insieme le energie, per poi arrivare a contattare la Protezione civile per vedere cosa potessi fare» – giungendo, così, alla vendita a domicilio su consulenza telefonica, modalità che i tempi consentono.

«Ascolto le emozioni e consiglio, – ci dice Daniela – creo risonanza emotiva, sostengo il cliente dicendogli che questo servizio permarrà, anche dopo, per supportare le persone che stanno a casa, che non sono 2.0, di ogni ordine e grado>>.

«L’intervista – ci spiega – viene fatta dal libraio attraverso l’ascolto, che coltivo da anni, elemento empatico che permette di capire gusti ed esigenze. Prendo questo elemento e lo applico al momento. Chiedo la situazione esistenziale del momento e ne deduco un quadro veloce e intuitivo. Ad ogni situazione il libro giusto».

L’organizzazione è tutta al femminile. «Tutte donne: – dice ogogliosamente Daniela – io, che sono la prima lettrice, mia madre, la mia collaboratrice e le mie clienti». Anche il corriere referenziato è una donna.

I libri arrivano direttamente a casa. Eh sì, perché – come avevamo già anticipato – l’iniziativa prevede che i volumi vengano tutti consegnati dal corriere (Ermete Express), partner referenziato accuratamente scelto, con una attesa di 24h da Mortelle a Briga e di sole 2 ore al centro città. Il costo del servizio ammonta a 4 euro, cifra ben accolta dalla clientela, il cui desiderio è di ricevere al proprio domicilio, trasformatosi in una “fortezza” cautelativa, il libro che consenta il giusto relax, l’elemento di svago nelle stressanti giornate “domotizzate“.

E, allora, basterà inviare una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica info@libreriabonanzinga.it, o telefonare al numero di rete mobile 3358365795 e, di mattina, anche allo 090718551. Il pagamento potrà avvenire con bonifico online, carta del docente o 18 app (programma destinato a chi compie 18 anni). Più in là, il servizio ripartirà anche con il contrassegno, pagando cash al corriere.

E, dunque, emozioni, rapporto empatico, valutazione delle reazioni interiori personali del lettore che il particolare momento induce, e ancora vicinanza alle necessità. È questa la fusione perfetta, il “valore aggiunto” di questo progetto, in cui ci ha gentilmente condotto Daniela Bonanzinga, lo strumento per una fluida consulenza che tiene conto dell’andamento esistenziale.

Se, in ultimo, ci soffermiamo sul valore della tecnologia, vedremo che nell’idea (che mi piace definire “impresa“, ndr) di una appassionata libraia messinese non ve n’è una esaltazione, bensì un ricorso meramente a sussidio, e non un mero utilizzo soffocante, nella vita e nelle relazioni, ma quel giusto mezzo che – ci auguriamo – sia d’esempio per tutti.

Restiamo a casa e buona lettura!

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su