Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Messina, Biancuzzo:”Spazzatura abbandonata dai soliti Nzivati e Lordi”
Messina, Biancuzzo:”Spazzatura abbandonata dai soliti Nzivati e Lordi”

Messina, Biancuzzo:”Spazzatura abbandonata dai soliti Nzivati e Lordi”

Non se ne può più di assistere allo scempio continuo di chi non ha rispetto per gli spazi di fruizione comune a tutti. Lungo la Strada Statale 113/dir., località Tarantonio accanto alla fontana, per capirci, è necessario un intervento di rimozione e di pulizia della spazzatura, abbandonata dai soliti “Nzivati e Lordi” e, così dicendo, usiamo le parole del consigliere Mario Biancuzzo.

Si richiede la rimozione dei rifiuti abbandonati e la sanificazione nei pressi della fontana pubblica sulla Strada Statale 113/dir. località Tarantonio” – scrive nella sua nota il consigliere Biancuzzo. E continua: “In questi giorni si sono accumulati mucchi di spazzatura lasciata dai soliti incivili, Nzivati e Lordi, proprio accanto alla bella fontana risistemata e resa fruibile grazie all’intervento dell’AMAM e che purtroppo adesso risulta deturpata dall’abominevole presenza di rifiuti che impediscono agli avventori di abbeverarsi per olezzi generati dalla macerazione della sporcizia di tutti i sacchetti non differenziati.

Confidando nell’ennesimo e sollecito intervento degli operatori della MessinaServizi Bene Comune ben organizzati e guidati dalla sensibile operosità del presidente Prof. Pippo Lombardo che non mancherà di restituire decoro e dignità alla bella nostra fontana valorizzandone la fruizione e ruolo per l’intera collettività.

Si ringrazia anticipatamente per lo sforzo profuso da questa partecipata che interviene tempestivamente a ripulire i luoghi occupati dall’incuria e dalla maleducazione di quei concittadini restii ad attuare la raccolta differenziata, continuando ad inquinare l’ambiente deturpandolo con comportamenti inaccettabili nel 2020, di cui si allegano le relative fotografie che documentano le condizioni attuali“.

rifiuti in Località Tarantonio
Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su