Breaking News
Home / Cronaca / Locale / Gravi disagi per mancanza d’acqua a Cumia Bordonaro e Case Gescal
Gravi disagi per mancanza d’acqua a Cumia Bordonaro e Case Gescal

Gravi disagi per mancanza d’acqua a Cumia Bordonaro e Case Gescal

Grossi disagi per un guasto alla rete idrica nelle zone di Bordonaro, case Gescal e Cumia sono stati segnalati oggi. In particolar modo, spicca la segnalazione di Angela Rizzo, Responsabile Regionale di CittadinanzAttiva per i servizi sociali, che ha ricevuto parecchie telefonate di genitori con ragazzi disabili esasperati per la mancanza d’acqua.

Abbiamo provato a contattare uno di questi, il signor Francesco Gugliandolo, di Bordonaro Inferiore, che da 26 anni accudisce la sua adorata “bambina” afflitta da una gravissima patologia invalidante. “Da Giovedi sera l’acqua arriva solo la notte e con scarsissima pressione”.

Da domenica notte – racconta – sono rimasto senz’acqua ed è stato davvero devastante, per la patologia di mia figlia ho un bisogno continuo di acqua per provvedere alle sue esigenze e restare senza mi ha costretto a spostarla presso la casa di un altra mia figlia, arrecandole un grosso disagio dovuto alle sue condizioni. Ho provato a contattare l’acquedotto ma non ho ricevuto nessuna risposta non essendo riuscito a parlare con nessuno”.

Il caso portato alla luce dalla signora Rizzo sulla sua pagina Facebook ha avuto pronta risposta dall’ing. Salvo Puccio, presidente dell’AMAM, che ha ribadito che il disservizio era stato segnalato sulla pagina fb di AMAM (in effetti alle 12 di lunedi mattina è apparso ivi un comunicato stampa) come la disponibilità di un intervento con autobotte se richiesto.

Resta incontrovertibile, nonostante il grande spirito di collaborazione dell’ingegnere Puccio e la sua innegabile operosità, che dovrebbe essere il Comune di Messina con i servizi sociali e la Protezione Civile a farsi carico di questi interventi prevenendo le richieste, secondo una strategica analisi dei servizi ed una mappa dei bisogni che, sottolinea la signora Rizzo, sembra non esistere nonostante ne sia stata redatta una fin dal 2014.

Come l’odierna mancata risposta di oggi ad un genitore di disabile all’assessorato alle politiche sociali per questo disagio e a cui non è stata data risposta, continua la Rizzo. In ogni caso, l’AMAM da noi contattata verso le 23 di questa sera ha dato conferma della riparazione del guasto e dell’immediata erogazione del servizio entro un paio di ore.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su