Breaking News
Home / Sport / Ciclismo / 225 km in programma per la quinta tappa del Giro d’Italia
225 km in programma per la quinta tappa del Giro d’Italia

225 km in programma per la quinta tappa del Giro d’Italia

225 i km in programma per la quinta tappa del Giro d’Italia (2.UWT) con partenza da Mileto e arrivo a Camigliatello Silano.

Una tappa davvero di difficile interpretazione con più di 4000 metri di dislivello; la classifica è ancora corta ma una fuga ben organizzata con uomini completamente fuori classifica potrebbe arrivare al traguardo.

Si parte subito in salite e pure molto dura e dopo 50 km il gruppo affronterà al Bivio di Cortale (2,4 km al 5,7%) con la strada che continua a salire verso Borgia prima di scendere verso lo sprint di Catanzaro Lido.

Da Catanzaro Lido si sale verso il GPM di 3°Cat. di Catanzaro (3500 metri al 5,4%); picchiata verso lo svincolo per Sarottino che anticipa il secondo GPM di giornata il 3°Cat. il Tiriolo (10,1 km al 5,3% con i primi 3 km con una pendenza media del 6,9%).

Si continua salire fino ai 856 metri di Monte Trearie dove è posto il rifornimento fisso; siamo al km 117,2 e il gruppo si troverà difronte Bivio Zeta (2200 metri al 4,4%), seguito da un dentello di 1900 metri al 5,3%, la salita che porta alla SS 108 Bis (2,7 km al 5,3%) e infine la salita di Porticelle (1,6 km al 5,5%). Tutto questo nel giro di 30 km.

14 km di discesa fino a Ponte Savuto e la strada ricomincia a risalire verso Rogliano (4,8 km al 6,2%) seguito dallo strappo di Bivio Donnici (1300 metri al 5,8%).

Discesa verso Cosenza dove è posto il traguardo che mette in palio secondi di abbuono per la classifica generale.

Inizia cosi la salita che porta al Valico di Montescuro (23 km al 5,8%) GPM di 1°Cat. con il tratto che porta a Maglie di 4000 metri al 6,7%; successivamente, a metà salita, 2000 metri con una pendenza che non scende mai sotto il 9% e una pendenza massima dell’11%.

Arrivati ai 1612 metri del Valico di Montescuro al traguardo mancano 11 km di discesa con gli ultimi 1150 metri con la strada che sale al 2,6%.

Una tappa che si presta a diverse soluzioni.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su