Breaking News
Home / In Evidenza / Striscia la notizia al fianco di Cateno De Luca: “Musumeci ti prendo, politicamente, a calci in culo!”
Striscia la notizia al fianco di Cateno De Luca: “Musumeci ti prendo, politicamente, a calci in culo!”

Striscia la notizia al fianco di Cateno De Luca: “Musumeci ti prendo, politicamente, a calci in culo!”

L’emergenza rifiuti in Sicilia valica i confini isolani e approda direttamente nei piccoli schermi di tutt’Italia.

Questa sera nel servizio mandato in onda da striscia la notizia (il video completo nel link sotto), è stato dato ampio risalto al dramma sociale e ambientale che attanaglia la regione.

Nel corso del servizio è emersa chiaramente la manchevolezza di certe scelte volute in prima persona dal governatore Nello Musumeci in quest’ambito.

Scelte che si traducono nell’inspiegabile decisione di sostituire l’assessore che aveva redatto il piano rifiuti, un tecnico di eccellenza mondiale come Pierobon, con una nomina inspiegabile come quella della professoressa Baglieri, donna di altissimo livello culturale ma che con i rifiuti, e basta leggere il suo curriculum vitae, non ha mai avuto nulla a che fare.

Non sono mancate le sottolineature a tutte le contraddizioni che le scelte di Musumeci hanno sollevato e finite sotto l’impietosa lente di ingrandimento di striscia, come , ad esempio, l’essersi vantato di non aver portato un chilo di rifiuti fuori dalla regione durante il suo mandato.

Cosa che da maggio purtroppo non avverrà più, con il piano dei rifiuti bloccato in aula e la mancanza di alternative, i rifiuti prenderanno la strada verso altre destinazioni, addirittura estere, ma a prezzi e costi esorbitanti come spiegato dal sindaco di Messina Cateno De Luca durante il servizio; i costi per tonnellata passeranno dai 110 euro attuali a 450 euro, con il risultato che le bollette per la tari saranno quadruplicate.

Un disastro politico senza precedenti, che cade sulla testa e le tasche di tutti i siciliani e su cui Musumeci tenta goffamente di scaricare la colpa ai comuni, rei, secondo lui, di non sapersi di mettere d’accordo.

Ma striscia non ci sta, fiutando giustamente l’inganno, manda in onda lo spezzone di una diretta del sindaco De Luca, diretta in cui il sindaco messinese minaccia di prendere a calci in culo (politicamente) il presidente della regione e lo invita a confrontarsi pubblicamente, dove e quando vuole, per dimostrare ai siciliani le sue incapacità e i suoi sbagli, cosa che ovviamente Musumeci non avrà mai il coraggio di fare (visto che ha dato buca finanche all’inviata del tg satirico).

Dunque, la scelta di striscia di prendere il sindaco De Luca come uomo da contrapporre alle incongruenti affermazioni di Musumeci non è certamente un caso.

Anche a livello nazionale, evidentemente, si ha ormai la consapevolezza che l’unico politico in Sicilia che possa frenare l’inarrestabile discesa agli inferi di questa regione, governata da una “malarazza” è proprio lui: il vulcanico e deciso sindaco di Messina, uomo si dal linguaggio forte ma anche il solo capace di quella risolutezza e conoscenza della macchina amministrativa per far funzionare come si deve le cose, e sopratutto di una strategica visione globale idonea a risollevare le sorti di decenni di scelte sbagliate e inconcludenti.

Il servizio di striscia: https://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/piano-rifiuti-in-sicilia-riforma-in-alto-mare_72292.shtml

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su