Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Giornata mondiale della Terra: intervista al coportavoce dei Verdi Siciliani Raffaella Spadaro
Giornata mondiale della Terra: intervista al coportavoce dei Verdi Siciliani Raffaella Spadaro

Giornata mondiale della Terra: intervista al coportavoce dei Verdi Siciliani Raffaella Spadaro

Conosciuta nel mondo come Earth Day, la Giornata della Terra di aprile è levento green che riesce a coinvolgere il maggior numero di persone in tutto il pianeta. Si calcola infatti che ogni anno si mobilitino per questa iniziativa circa un miliardo di persone.

Abbiamo chiesto ad una delle più importanti figure del mondo ambientalista siciliano cosa significhi per lei e per la nostra regione questa giornata.

Raffaella Spadaro è da oltre vent’anni impegnata in battaglie e campagne di sensibilizzazione a favore dell’ambiente, battaglie condotte in tutta la regione e che ne hanno fatto una figura di riferimento tra i Verdi siciliani.

Ciao Raffaella, cosa rappresenta per te e per la Sicilia questa giornata mondiale dellla terra?

Questa giornata è un’occasione per ringraziare il pianeta che ci ospita, e prendere coscienza della connessione tra tutti gli esseri viventi con la terra, fonte della vita attraverso gli elementi e i regni che ne costituiscono l’espressione più immediata ma meno cosciente da parte dell’uomo.

Se ho ben capito , la nostra terra non ha solo una fisicità palpabile e visibile ma è intrisa di una spiritualità che pervade ogni sua espressione e manifestazione.

Potremmo parlare si di spiritualità, ma preferirei esprimermi in termini di energia. Per le tradizioni e culture orientali l’energia che anima ogni cosa si muova o cresca su questo pianeta è interconnessa tra loro, attraverso fili “invisibili” che ci mettono in comunicazione l’uno con l’altro.

Quindi qualunque tipo di violenza o o di sfruttamento delle risorse e delle matrici ambientali non è solo un colpo alla zona in cui vengono consumate, ma una violenza ad ogni forma di vita che popola la terra?

Esattamente, la terra , secondo lo scienzato Pierlugi Ighina, colui che ha dimostrato l’esistenza dell’atomo magnetico, e ha dato prova della possibilità di modificare il clima, ha un cuore pulsante. Anche Giuliana Conforto, eminente scienziata, fa riferimento a tutte le cose viventi sul pianeta ed alla terra stessa come un unico fluido plasmatico.

Quindi secondo te ambiente e vita sono due elementi inscindibili?

Si, potremmo anche dire che sono interdipendenti, uno esiste in funzione dell’altro, e il tutto varia secondo le intenzioni con le quali ci si approccia a questa realtà. In sintesi possiamo affermare che il pensiero influenza il dna di ogni cellula (Bruce Lipton) e che l’intenzione può essere definita una frequenza, spetta solo a noi modularla nella migliore delle maniere affinché l’armonia regni su ogni cosa.

Bellissima visione su cui non posso che concordare, e invece riguardo ai problemi ambientali che affliggono la nostra regione?

La Sicilia è una regione, un territorio che attrae l’interesse di milioni di visitatori per la sua storia, la sua millenaria e cosmopolita cultura e sopratutto per la sua incommensurabile bellezza. Quello che bisogna fare per la nostra regione e solamente preservare a tutti i costi il suo territorio. Troppi scempi sono stati compiuti in questi anni, i nostri torrenti, le nostre colline, montagne, spiagge e foreste portano le cicatrici della poca attenzione riposta nei loro confronti. Riqualificare i territori, spesso in mano alla criminalità per ripristinare lo stato dei luoghi è un processo improcrastinabile. La Sicilia non ha bisogno di altro cemento, di trivelle, o di faraoniche opere ma solo della valorizzazione del suo immenso potenziale ancora solo parzialmente espresso.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su