Breaking News
Home / Politica / Comune / Dopo Mangano (M5S), anche CittadinanzAttiva pone dei quesiti sulle nomine nei cantieri di servizio: la risposta dell’assessore Calafiore.
Dopo Mangano (M5S), anche CittadinanzAttiva pone dei quesiti sulle nomine nei cantieri di servizio: la risposta dell’assessore Calafiore.

Dopo Mangano (M5S), anche CittadinanzAttiva pone dei quesiti sulle nomine nei cantieri di servizio: la risposta dell’assessore Calafiore.

Dopo l’interrogazione urgente sull’istituzione e sulla nomina dei direttori dei cantieri di servizio, figura non prevista dal bando, presentata dal consigliere comunale M5S Paolo Mangano (che si duole della poca trasparenza dell’amministrazione comunale non avendo ancora ricevuto risposta dopo oltre un mese), prende posizione anche CittadinanzAttiva ponendo una serie di quesiti:

Perché gli operatori dei cantieri di servizio prendono 453€ al mese (che aumenta se aumenta il numero dei familiari a carico) e i direttori dei lavori senza partecipare a nessun avviso prendono 8600€ per 3 mesi e sono in gran parte della provincia se non addirittura di altra città e non hanno nemmeno l’obbligo di essere disoccupati o inoccupati?”

Da noi contattata l’assessore alle politiche sociali Alessandra Calafiore ha cosi risposto: “I cantieri sono una forma di sostegno al reddito, quello percepito dai lavoratori si basa su una scala di equivalenza e dal calcolo che ne viene fatto. La presenza dei direttori di cantiere è stata necessaria per far si che i cantieri stessi potessero partire, non avendo all’interno del comune personale sufficiente come comunicatoci dai dirigenti, per coprire la presenza in tutti i 34 cantieri, poiché tutto il personale interno è già impegnato per progetti da milioni di euro. Quindi senza qualcuno che presidi, prenda le firme e che segua questi operatori, non è possibile materialmente attivarli. Abbiamo perciò chiesto alla regione, con una nota, un parere per sapere se era possibile coprire questa spesa dei direttori con il finanziamento, ci è stato detto di no, ma questo non preclude al comune di utilizzare delle risorse esterne per seguire i cantieri. E’ stata quindi fatta una delibera di giunta, con cui si è stipulata una convenzione con l’ordine dei geometri di Messina. Io non so chi siano e da dove vengano questi direttori, la giunta è un organo di indirizzo politico, questi atti gestionali nulla hanno a che vedere con la sue funzioni e le sue attività, perché cosi prevedono le leggi e le norme. Abbiamo inoltre provveduto, sempre a nostre spese, all’acquisto dei materiali per i cantieri stessi, materiali necessari per il loro funzionamento. Aggiungo che i cantieri hanno avuto un favorevole riscontro sia da parte di chi ci ha lavorato, oltre 500 persone, sia da parte della cittadinanza , con grande soddisfazione di tutti. Che CittadinanzAttiva si rassegni, dica invece quanti milioni ha perso la città di Palermo per non essere riuscita ad attivare i cantieri di servizio.”

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su