Breaking News
Home / Turismo / Provincia di Messina: ecco le Bandiere Blu 2021
Provincia di Messina: ecco le Bandiere Blu 2021

Provincia di Messina: ecco le Bandiere Blu 2021

Le Bandiere Blu di quest’anno calzano a pennello ad una Sicilia che stenta a decollare con una ripartenza che ha ricevuto una ulteriore battuta d’arresto a seguito della confermata ulteriore “zona arancione”. Si tratta di un omaggio ai requisiti di sostenibilità ambientale stabiliti dalla Ong danese FEE, acronimo di Foundation for Environmental Education (Fondazione per l’educazione ambientale). Annualmente, l’organizzazione internazionale stila un elenco di spiagge Bandiera Blu, in considerazione della pulizia delle acque e dell’efficienza dei servizi. Quest’anno, sul podio italiano salgono Liguria (30), Toscana (19) e Campania (18), mentre la Sicilia sale a quota 10 con due new entry: Roccalumera e Modica. Nel dettaglio:
Provincia di Agrigento
Menfi (Lido Fiori Bertolino e Porto Palo Cipollazzo);
Provincia di Ragusa
Ispica (Ciriga I°tratto, Ciriga II° tratto, Ciriga III° tratto e Santa Maria del Focallo)
Pozzallo (Pietre Nere e Raganzino)
Ragusa (Marina di Ragusa e Modica).

Quanto alla provincia di Messina:
Tusa (Spiaggia Lampare e Spiaggia Marina)
Lipari (Stromboli Ficogrande, Vulcano Gelso, Vulcano Acque Termali, Canneto e Acquacalda).
Santa Teresa di Riva (Lungomare di Santa Teresa di Riva)
Alì Terme.
Quanto, invece, ai porti turistici le località premiate quest’anno sono Capo d’Orlando e Roccalumera, nel Messinese.

Come si fa per essere insigniti del riconoscimento tanto prezioso per il turismo? Ecco i criteri di attribuzione. Sono essenzialmente due: imperativi (che è necessario vengano tutti rispettati) e guida (quelli che più ce ne sono e poi alta è la probabilità di ottenere il riconoscimento) con quattro aree tematiche: • Educazione ambientale e informazione: (Es. informazioni sulla qualità delle acque, sugli ecosistemi locali, un codice di condotta) • Qualità delle acque (Es. spiaggia con rispetto pieno dei requisiti di campionamento e di analisi delle acque di balneazione, deve essere conforme alle direttive sul trattamento delle acque reflue) • Gestione ambientale: (spiaggia pulita, devono esserci cestini per la differenziata, servizi igienici e spogliatoi) • Servizi e sicurezza: (numero adeguato di guardaspiaggia, equipaggiamento per il primo soccorso).

Soddisfatto l’assessore regionale al Turismo, Manlio Messina, che ha detto: «Migliora ulteriormente l’offerta del turismo balneare in Sicilia. Le Bandiere Blu per il 2021 dimostrano, ancora una volta, quali siano le potenzialità che l’Isola ha dal punto di vista naturalistico». Una marcia in più per la terra di Sicilia: «Siamo certi – spiega l’assessore Ars – che questi nuovi riconoscimenti, insieme alle campagne promozionali sul turismo avviate dal governo Musumeci, in particolare quella di ‘SeeSicily’, ci consentiranno, a partire già da quest’anno, un aumento delle presenze turistiche nell’Isola».

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su