Breaking News
Home / Società / Sanità / Il piccolo Luca di Milazzo ha ricevuto il farmaco contro la SMA
Il piccolo Luca di Milazzo ha ricevuto il farmaco contro la SMA

Il piccolo Luca di Milazzo ha ricevuto il farmaco contro la SMA

La notizia tanto attesa è arrivata… Il piccolo Luca Sansone, proprio il 25 giugno, giorno in cui festeggia i suoi sei anni,
ha ricevuto la cura miracolosa contro la SMA, il farmaco più costoso al mondo che si basa sulla terapia genica per il trattamento dell’atrofia muscolare spinale.

Luca Sansone di Milazzo, figlio di Melissa Santoro e Giuseppe Sansone, è stato protagonista in questi mesi di una raccolta fondi che si è diffusa grazie al passaparola sui social network, e all’intervento di personaggi del mondo politico, del calcio, dello spettacolo e di gente comune che, si sono “messi in moto” per sensibilizzare le istituzioni.

Intanto la famiglia di Luca, dopo una lunga interminabile attesa, non si è mai arresa ed oggi, può “gridare al mondo intero” che il loro piccolo finalmente ha ricevuto la terapia miracolosa: Zolgensma.

Mamma Melissa e papà Peppe lo rendono noto con un post pubblicato sulla pagina Facebook “Aiutiamo il piccolo Luca”, dove ringraziano tutti coloro che si sono battuti al loro fianco in aiuto al loro “piccolino”:

<<“È FATTA INIZIO INFUSIONE ORE 16:14 DEL 25/06/2021”. La vita per il nostro piccolo Luca non è stata molto facile sin da piccolo….oggi il destino sembra offrirgli una meravigliosa opportunità proprio il giorno del suo 6° compleanno, proprio oggi avrà il suo Zolgensma, farmaco che potrà (speriamo) garantirgli un futuro ed una qualità di vita migliore.
Non è stato facile il percorso per arrivare fino a qui, senza l’aiuto della Regione Sicilia che per merito dell’On. Calderone ha istituito in tempi brevissimi, una legge apposita che ha messo a disposizione la somma necessaria (legge di cui potranno usufruire anche altri bambini che si troveranno nella stessa situazione di nostro figlio) e anche grazie ad un pizzico di fortuna che questa volta si è presentata con l’amore per l’Isola di Salina nelle Eolie, che ha permesso ad una amica di famiglia di entrare in contatto con un amico che da tanti anni si occupa di biotecnologie e di malattie rare e che grazie al suo network ed alla sua visione è riuscito a fare da catalizzatore di questa piccola grande impresa, non saremmo mai arrivati a questo punto.
Grazie anche all’On. Villarosa che ci ha sostenuto fino ad oggi, cercando in tutte le sedi possibili strade alternative per ottenere la terapia genica, sempre con grande impegno e generosità.
Grazie di cuore ai nostri amici del gruppo WhatsApp che ci hanno supportato ogni singolo momento, sia materialmente che mentalmente.
Grazie ai nostri parenti che ci hanno sostenuto non solo dall’Italia, ma anche dalla Germania, dall’Australia dalla Francia., ecc…
Grazie a tutte le persone che ci hanno sostenuto sin dal principio, a tutte quelle che anche non conoscendoci personalmente, hanno creduto nella nostra causa e ci hanno aiutato a dare voce al nostro piccolo Luca.
Grazie agli organi di stampa, locali e nazionali, a “Storie Italiane” che ci ha permesso di fare conoscere la condizione di vita e la possibilità di migliorarla, del nostro piccolo Luca.
Infine grazie anche a mamma Melissa e papà Peppe, che mi stanno sempre vicino Grazie….Luca>>.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su