Breaking News
Home / Società / Dinnammare: la giornata conclusiva della “Notte dei Santuari”
Dinnammare: la giornata conclusiva della “Notte dei Santuari”

Dinnammare: la giornata conclusiva della “Notte dei Santuari”

Nel contesto del progetto “Ora viene il Bello” , proposto dall’Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei, è partita all’inizio dell’estate in tutta Italia la manifestazione “La notte dei Santuari”. L’iniziativa segna l’avvio di una ripartenza anche in senso religioso ed ecclesiastico. Nel programma figura anche l’apertura ideologica di una «Porta della Speranza», all’attraversamento della quale è legata la cosiddetta “Indulgenza plenaria” . L’iniziativa torna dopo la pausa del 2020, per dare ancora una volta il segno di speranza, che si esplicita e concretizza, attraverso appunto la Notte dei Santuari.

Come dicevamo, ha riscosso grande partecipazione di fedeli nel giugno del 2019, richiamando sempre più alla preghiera e alla vicinanza a Dio attraverso i Santuari. Si tratta di un importante percorso di fede ma anche di storia, cultura e natura nel quale gli stessi si trovano. Su questa idea è stata riproposta anche nel 2021 come segno di avvio delle attività che si sono fermate a causa della pandemia.

Il tutto ha avuto inizio l’1 giugno.
Ogni Santuario ha potuto autonomamente offrire ai propri fedeli un format locale. Lo schema comune, predisposto a livello nazionale, prevede tuttavia un «rito di apertura della Porta della Speranza e l’accensione della Lampada». Dal 1° giugno al 17 settembre 2021, giornata conclusiva prevista con l’attraversamento della Porta e il “Pellegrino Dei”, un pellegrinaggio verso il Santuario più importante della diocesi dove viene celebrata la Santa Messa.

A Messina il pellegrinaggio si è svolto presso il Santuario della Madonna di Dinnammare dove, Domenica 19 settembre è stato possibile partecipare a vari momenti di preghiera e devozione.

L’evento conclusivo di preghiera denominato “Guarda il cielo e conta le stelle” si è svolto in diversi momenti:

-Celebrazione e Adorazione eucaristica alle 11,30 e alle 17,30;
-Preghiera di chiusura della Porta della Speranza;
-Animazione a cura del Coro Parrocchiale “San Giovanni Battista” di Larderia.

L’iniziativa intende essere segno di una ripartenza, della Speranza, della rinascita, dopo gli eventi dolorosi e difficili vissuti nei mesi passati.

È stata l’occasione per pregare, infondere speranza e vivere un momento di comunione, nell’attesa che ripartano i pellegrinaggi verso i Santuari.

Tale iniziativa è stata scelta per la maratona di preghiera a Maria per la fine della pandemia.

In tutta Italia l’evento è stato ben accolto e ogni Santuario ha potuto aprire le porte secondo un proprio programma.

Il primo giugno, a Messina, l’avvio di questa edizione era avvenuto presso il Santuario S. Annibale Maria di Francia, Madonna di Lourdes, Francesco di Paola e Montalto in città, in provincia all’Ecce Homo di Calvaruso.

Fonte: CEI- Conferenza Episcopale Italiana

Valeria Morabito

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su