Breaking News
Home / Società / Messina, ennesima chiusura, “Autismo 0-90” chiude i battenti
Messina, ennesima chiusura, “Autismo 0-90” chiude i battenti

Messina, ennesima chiusura, “Autismo 0-90” chiude i battenti

A battersi e raccontare quanto succede la Dirigente Regionale di “Azione”, Eleonora Urzì Mondo, in un video pubblicato sui Social, dove dichiara ” Se vanno bene i progetti possono e devono proseguire. Bisogna pensare a come implementarli semmai oggi avremmo dovuto discutere ed essere lieti nel ragionare tutti insieme su come rendere l’audience di riferimento di” Autismo 0-90″. Non certamente metterci a cantare l’ennesimo De Profundis su qualcosa che funziona, funziona bene e che vogliamo cancellare dalla nostra città. Azione chiede proprio questo.”
Nove anni di progetto a sostegno di famiglie, bambini e ragazzi con problemi autistici che finora hanno avuto bisogno dell’Assistenza, aiuto e supporto di” “Autismo 0-90”.
Incalza ancora, 9 anni di ” Famiglie supportate, professionalità affinate, di professionalità che si sono affinate, di skills che si sono performate, permeate di una competenza specializzata che non vanno perdute ma che restino nel pubblico, che non vengano disperse o destinate ad altri o al privato perché non tutti si potrebbero permettere la riabilitazione soprattutto in questo settore, soprattutto per i minori. È una richiesta altissima e va data una risposta soddisfacente alle famiglie del nostro territorio. Quindi manteniamo queste professionalità, non perdiamole e non disperdiamole anzi aumentiamole. Continuiamo a supportare le famiglie ma individuiamo i giusti players. Già oggi siamo arrivati al termine di una proporoga. Proroga che è stata possibile grazie all’intervento del Policlinico universitario che mettendosi a disposizione si è fatto carico del prosieguo del progetto fino al termine dei 9 mesi, periodo fisiologico dell’esistenza del percorso “Autismo 0-90″ per i piccoli pazienti”.

La Presidente conclude chiedendo che si crei “una rete necessaria per dare delle risposte adeguate”.

Valeria Morabito

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su