Breaking News
Home / Meteo e Ambiente / Ambiente / Meteo Messina: fine settimana da maniche corte e poi…potrebbe essere la volta di un nuovo giro sull’ottovolante
Meteo Messina: fine settimana da maniche corte e poi…potrebbe essere la volta di un nuovo giro sull’ottovolante

Meteo Messina: fine settimana da maniche corte e poi…potrebbe essere la volta di un nuovo giro sull’ottovolante

Dopo una settimana all’insegna di un quadro meteorologico perlopiù stabile e con qualche occhiata di Sole. Solo a tratti velato e nuvoloso ma comunque mite e piacevole è arrivato il fatidico fine settimana ed è giunto il nostro consueto appuntamento con il sito ILMETEO.IT per leggere gli ultimi aggiornamenti e avere un’idea sulle tendenze meteo per i prossimi giorni.

Domani, domenica 7 novembre, la giornata, “ci riserverà qualche ora più asciutta e con qualche spiraglio di sole.
Su scala generale troviamo un nuovo vortice ciclonico che dalle coste algerine muove lentamente il suo baricentro in direzione della Sardegna. Il suo compito è quello di inviare perturbazioni verso l’Italia.”

La domenica si rivelerà essere una bella giornata, qui in Riva allo Stretto, agitata con molta probabilità solo dal vento.
Come già anticipato dal bollettino meteo della Protezione Civile Regionale i venti saranno “Tendenti a forti sud-orientali e da forti a burrasca dai quadranti meridionali sui rilievi”.

Già dal mattino, il quadro meteorologico si manterrà piuttosto asciutto.

La nostra città in particolare potrà godere di una bella giornata. Sarà il caso di alcuni tratti del versante tirrenico e di tutti i settori a Nord della Sicilia, Messina compresa.

Sulle nostre zone le temperature sono previste in sensibile aumento “si potrà uscire addirittura in maniche corte in quanto le temperature saranno davvero elevate per il periodo, a causa dei venti caldi in risalita dal nord Africa, richiamati dal nuovo vortice ciclonico.”

Tutto rimarrà praticamente immutato fino a sera quando da ovest però si faranno via via sempre più evidenti i segnali dell’annunciato nuovo peggioramento pronto a condizionare il quadro meteorologico con l’inizio della prossima settimana.

I mari risentiranno anch’essi dell’influsso del vento risultando “Molto mossi lo Stretto di Sicilia, il Tirreno e lo Ionio a ridosso delle coste.

Buttando un occhio sulle previsioni aggiornate per la prossima settimana ci prospettiamo un nuovo peggioramento.

“L’autunno è pronto a sfornare l’ennesimo colpo di scena della stagione: dovremo fare i conti con nuovo ciclone mediterraneo carico di piogge e temporali.”

“La prossima settimana si aprirà, nel segno dell’instabilità a causa della presenza di un vortice ciclonico posizionato sul Mediterraneo centro-occidentale che provocherà a più riprese rovesci temporaleschi anche di forte intensità. Il ciclone verrà poi di fatto bloccato dall’alta pressione sia ad est che a nord, rimanendo per questo motivo stazionario e attivo sempre sulle stesse zone.”

Forti piogge insisteranno sulla Sicilia per buona parte della prossima settimana.

“Solamente verso la fine della settimana, da venerdì 12 novembre, l’alta pressione delle Azzorre proverà ad allungarsi dall’Europa occidentale verso il nostro Paese in modo da garantire più sole su buona parte delle regioni. Su questo però avremo modo di tornarci, infatti la presenza del ciclone potrebbe ulteriormente scombussolare i piani in questa pazza stagione autunnale.”

Vediamo adesso i dettagli del meteo per la nostra città:

Domenica 7 Novembre: giornata caratterizzata da cielo parzialmente nuvoloso, temperature comprese tra 20 e 25°C. Nel dettaglio: soleggiamento diffuso al mattino, nuvolosità innocua al pomeriggio e alla sera. Durante la giornata di domani la temperatura massima verrà registrata alle ore 12 e sarà di 25°C, la minima di 20°C alle ore 6. I venti saranno sia al mattino che al pomeriggio forti provenienti da Sud-Sud-Est con intensità di circa 36km/h, moderati da Sud-Sud-Est alla sera con intensità di circa 26km/h. L’intensità solare più alta sarà alle ore 12.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su