Breaking News
Home / Cronaca / Messina: a perdere la vita Olga Cancellieri, persona conosciuta e stimata nella nostra città
Messina: a perdere la vita Olga Cancellieri, persona conosciuta e stimata nella nostra città

Messina: a perdere la vita Olga Cancellieri, persona conosciuta e stimata nella nostra città

Oggi si scrive una triste pagina di cronaca messinese, una di quelle che nessuno vorrebbe mai leggere. Una donna conosciuta, stimata e apprezzata nella nostra città è volata via.

A perdere la vita, ieri sera, in un incidente stradale Olga Cancellieri. Il fatto Erano da poco trascorse le 20,45, quando per cause ancora da chiarire, il suo motorino Kymco Downtown, che attraversava l’incrocio via del Vespro-Via Centonze, si è scontrato con una moto Ducati condotta da un 25enne. Per il giovane avvocato non c’è stato molto da fare, l’impatto è stato violento.

È accaduto tutto in un attimo. “L’attimo fatale” per la giovane vita dell’Avvocato Cancellieri. Volto noto di Messina Olga Cancellieri, 46enne, molto conosciuta e stimata in città. Legale dal forte impegno sociale e morale. Un grave lutto per il mondo dell’avvocatura messinese. Il suo “curriculum” vanta incarichi che denotano la sua componente umana, sempre al fianco “degli ultimi”. Consigliere di quartiere, da sempre esponente della sinistra messinese, uno dei membri fondatori dell’Osservatorio “Lucia Natoli”. Coraggiosa nell’intraprendere l’attività legale dell’associazione Addiopizzo, in cui credeva fortemente, e di cui difendeva la linea antiracket, costituente Parte Civile. Il 4 ottobre aveva ricevuto un premio del Comitato Spontaneo Antimafia “Livatino-Saetta-Costa”.Il tragico momento fatale lascia dietro di sé una serie di interrogativi e, quasi, come una consuetudine ci ricollega a quel filo sottile che lega la vita alla morte.

Un filo che ci porta, inesorabilmente, a riflettere come in un attimo una vita venga spezzata improvvisamente e tragicamente come quella della giovane Olga Cancellieri. A quella serie di dubbi intrecciati a pensieri, attimi e ricordi di chi non è più tra noi ma che continua a vivere dentro il nostro cuore. Sgomento, vuoto, tristezza s’intrecciano portando la mente a comprendere come possa accadere che, un attimo prima una persona lotti per i suoi ideali con forza ed interesse ed, un attimo dopo, una donna distesa per terra, inerme ha finito la corsa, che non è più lì tra noi a portare avanti un’idea, una battaglia o semplicemente la sua vita privata e lavorativa. A questi interrogativi nessuno mai saprà rispondere. Olga lascia il compagno e due bambini piccoli. Era una persona amata e amabile, aperta e disponibile, era una donna che sapeva ascoltare e, stare a fianco di uomini e donne in difficoltà.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su