Breaking News
Home / Cronaca / Milazzo: riqualificazione Molini Lo Presti, si entra nella fase operativa
Milazzo: riqualificazione Molini Lo Presti, si entra nella fase operativa

Milazzo: riqualificazione Molini Lo Presti, si entra nella fase operativa

La giunta municipale ha formalizzato il proprio impegno economico per co-finanziare l’intervento già ammesso a finanziamento per l’importo di 7 milioni e 720 mila euro.

La quota a carico del Comune di Milazzo è pari a 280 mila euro e permetterà una volta che la delibera sarà trasmessa al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, di dare il via libera all’erogazione degli 8 milioni deliberati per dar corso alla proposta progettuale che punta nell’ambito del recupero del water front alla creazione di un polo multifunzionale che, collocato nell’area portuale, possa offrire servizi innovativi ai turisti in transito verso le isole Eolie e promuovere il turismo e l’intera economia del territorio.

Quella di Milazzo è una delle cinque proposte che hanno ricevuto le risorse previste dal Programma di azione e coesione complementare al Pon “Infrastrutture e reti” 2014-2020.

L’intervento di riqualificazione dell’ex opificio di Via dei Mille prevede una spesa complessiva di 18 milioni di euro. La parte mancante (10 milioni) sarà frutto di un investimento privato.

Dall’erogazione del finanziamento scatteranno i tempi per portare a compimento l’opera: 36 mesi comprensivi della parte progettuale che andrà a definire nello specifico l’intervento.

I nuovi spazi comprenderanno comunque una combinazione di destinazioni d’uso pubbliche: museale (1.700 mq) e infrastruttura per i trasporti (700 mq); e private: ricettiva (hotel e ristorazione, circa 2.500 mq), uffici di rappresentanza (800 mq) e commerciale (3.200 mq).“Il provvedimento deliberato in giunta- ha detto il sindaco Midili – permette di chiudere l’iter burocratico in quanto il Ministero ci ha comunicato che non era prevista la possibilità di procedere alla rimodulazione della proposta progettuale e che quindi occorreva procedere a questa integrazione.

Lo abbiamo fatto consapevoli che ci prepariamo a portare avanti una grande opportunità per la nostra città”.Il primo cittadino ha poi ricordato come fondamentale per consentire la partecipazione al bando del Ministero sia stato l’inserimento, avvenuto nel 2013, della riqualificazione dei Molini, nel programma triennale delle opere pubbliche del Comune di Milazzo”.

Ribadendo poi che non esiste alcun elaborato, né tantomeno grafici di esso (non c’è collegamento con lo studio presentato una ventina di anni fa dall’architetto Pagliara), ha precisato che in atto si può soltanto parlare di “proposta progettuale” che contiene alcune indicazioni che possono rappresentare la base dell’intervento.

“L’idea è quella di inglobare tutta una serie di attività a supporto della portualità che attualmente si trovano sul Molo Marullo e disperse in altre localizzazioni del centro cittadino e che grazie alla nuova infrastruttura potranno trovare collocazione migliore e liberare spazio per attività più strettamente connesse con la presenza in banchina. Questa concentrazione diminuirà in modo significativo il traffico e fornirà un punto di riferimento preciso all’utilizzatore dei servizi in una collocazione privilegiata nel centro della città”.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su