Breaking News
Home / Società / Oliveri: quando il lockdown può diventare risorsa per il futuro
Oliveri: quando il lockdown può diventare risorsa per il futuro

Oliveri: quando il lockdown può diventare risorsa per il futuro

Oggi effettuiamo un “viaggio virtuale” molto interessante.

Siete pronti?

Venite con noi!

Sulla costa tirrenica, ai piedi di una rupe, sulla cui sommità sorge uno dei castelli medievali più belli e antichi della Sicilia, in una piana ricca di flora di piante sempreverdi.

Con un affaccio al mare nel golfo omonimo (Baia dei Miracoli) tra capo Tindari e capo Milazzo, di fronte alle isole Eolie, troviamo Oliveri.

Oliveri è il paese della perenne vegetazione sempre verde, dell’eterna primavera. Il paese che non conosce il grigiore del freddo invernale, ne l’ipocondria del triste autunno. Il paese, che tutt’oggi, non conosce che sia il gelo. D’inverno si continuano a seminare le patate in campo aperto.

Circondati dalla bellezza tra sole, mare e verde, siamo andati a conoscere una delle storie più belle della Sicilia odierna.

“Non ci sono casi, né conclamati, né sospetti”, è una raccolta di storie scritte da Francesco Iarrera, Sindaco di Oliveri, durante l’incertezza che regnava nel periodo del lockdown, la cui vendita ha un fine molto interessante.

Abbiamo colto l’opportunità per intervistarlo e conoscere da vicino cosa ha portato alla creazione di quest’opera.

Valeria Morabito: -Sindaco mi racconti qualcosa di questo libro?-

-Sindaco:- Il libro è una raccolta di racconti, di storie che nasce nel periodo del lockdown, talvolta divertenti talvolta drammatiche, che offrono uno spunto di riflessione. In quel periodo, ricordo, quando nessuno di noi riusciva a capire davvero cosa riservasse il futuro, quelle storie sono davvero servite per confortare le persone. In quel momento così duro far sentire comunque la presenza di vita anche da parte delle istituzioni può essere importante. Devo dire che è stata una cosa molto apprezzata. Ricordo che ad un certo punto ricevevo davvero centinaia di WhatsApp, di messaggi su Messenger non soltanto da parte di persone appartenenti al nostro territorio ma proprio del comprensorio.

Valeria Morabito: – Il ricavato della vendita del libro sarà destinato sempre alla stessa città di Oliveri? Per iniziative interamente destinate alla Comunità?-

Sindaco:-Si, sarà interamente devoluto per iniziative sociali, a favore delle giovani generazioni. L’iniziativa prescelta sarà decisa attraverso il sistema della democrazia partecipata. Tengo a precisare che il libro non è costato un centesimo all’Ente, è stato interamente sponsorizzato da alcune persone e nemmeno loro vogliono nulla indietro. È stata una donazione in tutto e per tutto, un fenomeno che nasce dalle persone sull’osservazione che traggono spunto ma che torna alle persone trasformato in opportunità che noi vorremmo concedere ai ragazzi.-

Valeria Morabito: -Parte come una catena di solidarietà per poi comunque culminare, penso, anche in attività lavorative o in attività culturali?-

Sindaco: -A me piacerebbe che si possa investire sulla formazione per i ragazzi, poter dare loro un’opportunità di crescita, in modo che possano davvero guardare al futuro con delle basi più solide da cui partire.

Valeria Morabito: – Si dice sempre che al Sud abbiamo maggiori difficoltà, questa vostra iniziativa si inserisce come un buon punto, non solo un punto a favore ma proprio può essere un buona opportunità anche per i giovani.-

Sindaco: -Se c’è l’opportunità nel sistema mi piace cercare di contribuire per quelle che sono le mie capacità. Sono abbastanza fiducioso sia sulle persone che sul futuro, e, credo che davvero questa possa essere una bella esperienza anche perché all’interno delle storie si trovano degli aneddoti di esperienze, di generosità, di umanità, di slanci, che lasciano talvolta senza fiato e trovare delle persone che vengono qui a chiederti un sostegno economico per poter mangiare.

Valeria Morabito : -Lei si riferisce ai gravi problemi che ha creato il lockdown?

Sindaco -La prima fase, devi considerare che io giornalmente ricevo richieste da parte di persone che sono sempre state abituate a lavorare, e allora lì la richiesta è ancora più dolorosa perché non proveniva da chi ne approfittava ma proveniva da gente che ha sempre fatto della dignità del lavoro un caposaldo. Essere costretti a chiedere aiuto per poter dare da mangiare ai propri figli, si può capire bene che era umiliante per loro, faceva proprio comprendere quanto potesse essere duro il periodo che si stava vivendo perché nessuno riusciva a lavorare, questa era la realtà. Gli aiuti sono arrivati in ritardo ma non per tutti. C’erano categorie che hanno sempre vissuto di espedienti, cercando di vivere alla giornata. Queste famiglie sono state totalmente lasciate indietro per un periodo di tempo e lì la solidarietà sociale, la solidarietà tra i pari ha avuto un ruolo determinante per non fare affondare nessuno.

Valeria Morabito : -Avete anche creato delle iniziative tipo sociale tipo card?-

Sindaco: -Noi siamo stati credo davvero il primo comune a mettere in campo degli aiuti. Ricordo il giorno dopo la dichiarazione di lockdown nazionale eravamo già attivi con un sistema comunale di aiuto alle famiglie, c’era un gruppo di ascolto, c’era un banco alimentare. Su questo siamo stati, purtroppo, previdenti verso queste famiglie, abbiamo subito capito che si fosse creato questo tipo di problema sociale, cioè, legato veramente alla disponibilità di cibo e abbiamo immediatamente attivato un banco alimentare nostro comunale al quale era possibile contribuire, e a chi faceva richiesta, sotto anonimato, andavamo a portare quanto necessario e nelle nostre disponibilità.

Valeria Morabito : -Quindi con l’attivazione di Protezione Civile, immagino, volontari?

Sindaco: -Si, gruppi di volontari e Protezione Civile, questo è stato quello che abbiamo visto.-

L’appuntamento per la presentazione del libro è previsto, oggi pomeriggio alle ore 17:30, presso il Ristorante Pizzeria “Donna Rosa”, Giardino d’inverno, in Via Roma ad Oliveri.

Ringraziamo il Sindaco di Oliveri per averci concesso il suo tempo per conoscere questa lodevole iniziativa, e vi aspetto per le prossime iniziative in campo.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su