Breaking News
Home / Cronaca / Continuità territoriale: problema risolto?
Continuità territoriale: problema risolto?

Continuità territoriale: problema risolto?

In queste ore il lessico e la coscienza dei Siciliani, sono venuti a contatto con un nuovo termine, dal suono quasi esotico, ma che a quanto pare nasconde molte più sfaccettature rispetto a quello che la classe politica italo-siciliana lasci trasparire.

La famigerata “continuità territoriale”, causa di tante battaglie sull’asse Palermo-Messina-Roma al tempo del covid, difatti, non è un problema dell’ultima ora, ma rappresenta una delle più antiche piaghe che attanaglia la Sicilia e Messina, in quanto terra di confine, in particolare.

Il concetto di continuità territoriale, difatti, verte sul principio di coesione, tra i territori dell’Unione Europea o di uno stato membro, i quali, a causa della loro distanza, impraticabilità o insularità, ed è questo il caso della Sicilia, dovrebbero ricevere, da parte dello stato centrale, una serie di agevolazioni economiche rivolte a quei cittadini che, per motivi vari ed eventuali frequentano assiduamente quei territori, al fine di superare l’oggettivo disagio.

Difatti, nonostante il fenomeno sembri quasi del tutto dimenticato visti i tempi, più volte nel corso degli anni, i cittadini Siciliani, si son trovati a fare i conti con tariffe aeree, navali, ferroviarie e chi più ne ha più ne metta, da capogiro, al punto da compromettere in alcuni casi persino i ricongiungimenti familiari durante le festività o persino l’esercizio del voto durante le tornate elettorali.

Pertanto è giusto considerare l’ordinanza del Presidente di Regione Siciliana, Nello Musumeci, come un ripristino della continuità territoriale se questa di fatto non vi è mai stata?

Quali sarebbero i dovuti benefici spettanti ai cittadini Siciliani tali da far urlare al miracolo?

Regione Siciliana ha per caso siglato accordi con delle compagnie aeree, così come fatto da Regione Sardegna con Volotea o i vettori marittimi dei quali non siamo a conoscenza?

Insomma, per quanto valida, efficiente ed efficace, visto il momento, possa essere, o meglio apparire, l’ordinanza del Presidente Musumeci, di fatto non fa altro che nascondere la polvere sotto il tappeto, mentre il Popolo Siciliano continua a pagare ingenti e non dovute somme per transitare da e verso la Sicilia.

Seguici e condividi:
Torna su