Breaking News
Home / Politica / Capo d’Orlando: archiviata la posizione di Enzo Sindoni, possibile adesso un suo ritorno alla guida del Comune
Capo d’Orlando: archiviata la posizione di Enzo Sindoni, possibile adesso un suo ritorno alla guida del Comune

Capo d’Orlando: archiviata la posizione di Enzo Sindoni, possibile adesso un suo ritorno alla guida del Comune

Il Gip del Tribunale di Patti, accogliendo la richiesta del PM, Alice Parialó, ha archiviato il procedimento penale, anche a carico dell’ex Sindaco di Capo d’Orlando Roberto Vincenzo Sindoni, su presunte irregolarità nella gestione dei rifiuti, riguardanti gli anni 2015 e precedenti e precisamente sull’emanazione delle Ordinanze Sindacali, firmate dal Sindaco e reiterate piú volte, senza la predisposizione del bando di gara. Enzo Sindoni, ha avuto oltre 50 processi a Suo carico, che si sono conclusi sempre o con l’assoluzione o con l’archiviazione davanti al Gip.

Adesso pertanto, libero da pendenze giudiziarie e considerato la mancata approvazione da parte del Consiglio Comunale del bilancio di previsione 2021 entro il termine del 21 marzo già assegnato dal Commissario Regionale, la candidatura di Enzo Sindoni potrebbe materializzarsi e potrebbe farlo ritornare nella carica di primo cittadino al posto di Franco Ingrilli.

Il Commissario Regionale ha assegnato un ulteriore termine ormai perentorio e non più procrastinabile di giorno 31 marzo entro il quale dovrà essere approvato il bilancio di previsione 2021. Se anche questo termine non verrà rispettato, con la predisposizione del documento contabile da parte degli uffici finanziari, sarà inevitabile, il ritorno alle urne, alla prima tornata elettorale utile, presumibilmente giorno 12 giugno 2022.

Se questo accadrà, i rumors, danno per certa la discesa in campo di Enzo Sindoni, già eletto Sindaco del suo paese nel lontano giugno 1994, alla giovanissima età di 31 anni. Durante le sue numerose riconferme come primo cittadino Orlandino, il volto del paese é cambiato. Si deve a lui infatti l’istituzione dell’isola pedonale, che assomiglia fatte le dovute proporzioni alla rambla della città spagnola di Barcellona, il prolungamento del lungomare Orlandino e il completamento del magnifico porto.

L’inizio della sua inarrestabile ascesa politica é cominciata insieme al compianto Vice Sindaco, Renato Lo Presti, suo amico fraterno e compagno di tante battaglie politiche nel FUAN, il movimento giovanile del MSİ. Se ci sarà nuovamente la sua discesa in campo nell’agone politico Orlandino, sarà sicuramente appoggiato dai componenti della lista Orlandina e dal suo fedelissimo vice sindaco “storico” Aldo Sergio Leggio per cercare di riconquistare l’ambita carica più alta di Palazzo Europa.

l Comune Orlandino potrebbe tornare agli antichi splendori, anche grazie alle sue spericolate e mitiche “ordinanze sindacali”. Sicuramente non gli mancherà neanche il sostegno di suo cugino, attuale Sindaco Ingrilli considerata anche la sua decennale esperienza politica che lo ha riportato a essere rieletto nella carica di primo cittadino, dopo aver fatto la “gavetta” politica, con la scalata pian pianino, di tutti i gradini nella politica cittadina (Consigliere, Presidente del Consiglio e Assessore Comunale ).

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su