Breaking News
Home / Società / Lavoro / Messina Social City, in scadenza i contratti a tempo determinato: l’allarme della Cisl Funzione Pubblica
Messina Social City, in scadenza i contratti a tempo determinato: l’allarme della Cisl Funzione Pubblica

Messina Social City, in scadenza i contratti a tempo determinato: l’allarme della Cisl Funzione Pubblica

I contratti di lavoro a tempo determinato, in scadenza il 10 giugno prossimo, hanno i giorni contati per i tanti lavoratori della Messina Social City inseriti nel bando “Long List” formulato ad hoc per le sostituzioni. I dipendenti prestano la propria attività lavorativa in tanti e fondamentali servizi gestiti dall’Azienda Speciale Messina Social City ma, purtroppo, ad oggi non vi è alcuna notizia sull’eventuale e necessaria proroga. A segnalarlo la Cisl Funzione Pubblica attraverso la segretaria generale, Giovanna Bicchieri, e il responsabile aziendale, Antonio Rodio.

«Ad agosto 2022 si concluderà anche la graduatoria triennale – ricordano – e anche su questo aspetto non si ha alcun riscontro e non si comprende quale destino sia stato disegnato per i tanti lavoratori storici che lavorano nel settore dei Servizi Sociali da oltre trent’anni e, se non si dovesse trovare la soluzione, si rischia di disperderne qualità e grande professionalità acquisite nel tempo”.

La Cisl Fp ritiene imprescindibile un piano di stabilizzazione del personale storico, rimanendo coerentiche è poi la linea che si è tenuta per i tanti lavoratori del precedente percorso di stabilizzazione. Strada, questa, possibile soltanto con la sinergia di sindacato, politica e mondo datoriale. «Crediamo – spiegano Bicchieri e Rodio – sia corretto ed equanime utilizzare il medesimo parametro per tutti i lavoratori sia che siano pubblici che dipendenti delle Partecipate: tutti uguali di fronte al lavoro con uguali diritti e opportunità».

«Abbiamo ripresentato all’Azienda la nostra Piattaforma Programmatica – fanno sapere – individuando i punti fondanti: selezioni interne, bando di selezione per la stabilizzazione del personale, Contratto di secondo livello che risolva varie criticità quali,  ad esempio, rimborsi chilometrici, premialità, investimenti, formazione e ci siamo battuti perché sia varato il Piano Triennale del Fabbisogno del Personale al fine di delineare una Pianta Organica che consenta di erogare i servizi necessari alle fasce più fragili della nostra città senza abiurare ai corretti criteri di Economicità, Efficienza, Efficacia ed Esigibilità».

Traguardi raggiungibili, secondo Cisl Funzione Pubblica, ma passando attraverso il Bilancio di Previsione 2022/2024 ed il Contratto di Servizio da approvare nella prima seduta utile del prossimo Consiglio Comunale. In questo modo si riuscirà anche ad accompagnare l’Azienda in un percorso sempre più performante.

«Purtroppo – spiegano – tale contratto, tra il Comune di Messina e l’Azienda Messina Social City, è stato ritenuto non valido dal Collegio dei Revisori dei Conti (prot. n 191 del 15/04/22) e dovrà essere riproposto, corretto e riformulato, dal Dipartimento Servizi alla Persona e alle Imprese e dal Dipartimento Servizi Finanziari del Comune di Messina anche perché oggi l’Azienda è bloccata nella sua attività programmatica».

Allarme serio, fa sapere Cisl Funzione Pubblica, perché la Messina Social City non ha strumenti per poter programmare la propria attività gestionale, né in termini di Servizi da poter offrire, né come risorse umane da poter utilizzare.

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su