Breaking News
Home / Società / Sanità / La contro-risposta di CittadinanzAttiva alla nota del sindaco Basile sull’incresciosa vicenda dei ragazzi autistici al municipio
La contro-risposta di CittadinanzAttiva alla nota del sindaco Basile sull’incresciosa vicenda dei ragazzi autistici al municipio

La contro-risposta di CittadinanzAttiva alla nota del sindaco Basile sull’incresciosa vicenda dei ragazzi autistici al municipio

Riceviamo e pubblichiamo (vedi pdf sotto) una lettera aperta di CittadinanzAttiva, Angela Rizzo, in merito all’incredibile vicenda, avvenuta la settimana scorsa, nel transatlantico e nelle scale di palazzo Zanca dove alcuni genitori e diversi bambini affetti da gravi patologie hanno atteso vanamente di essere ricevuti dal sindaco Federico Basile.

In allegato alla nota ecco cosa ci ha dichiarato la responsabile di CittadinanzAttiva:

<< Angela Rizzo, Responsabile Regionale per i Servizi Sociali di CittadinanzAttiva, intende con questo comunicato mettere fine alle illazioni continue sia della passata amministrazione sia della neo amministrazione.
La mia attività di volontariato sempre svolta a titolo gratuito e senza rimborso spese persegue i seguenti scopi statutari: “Dovunque un essere umano si trovi in situazioni di soggezione, sofferenza e alienazione e queste situazioni siano imputabili a responsabilità individuali, sociali, organizzative, istituzionali o culturali, Cittadinanzattiva interviene in sua difesa, senza distinzioni di razza, nazionalità, condizione sociale, sesso, età, religione, appartenenza politica e statuto giuridico, e agisce nei confronti di qualsiasi soggetto, sia di diritto pubblico che di diritto privato, anche attraverso attività di conciliazione e mediazione sociale, azioni di tutela diretta o con iniziative dirette all’affermazione di un nuovo diritto.”


Riporto anche che l’art. 26 comma 8 dello statuto di CittadinanzAttiva recita: “È incompatibile con l’assunzione di cariche o funzioni, individuali o collegiali, nell’associazione Cittadinanzattiva APS, la candidatura in competizioni politiche o amministrative. In tal caso l’interessato ha obbligo di darne comunicazione preventiva al Segretario Generale-legale rappresentante, che ne dispone la immediata sospensione dalle cariche o funzioni e procede per la decadenza dalle predette con le modalità previste dall’articolo 26.5.”

Viene a cadere così tutto l’apparato architettato solo per cercare di sottostimare l’inefficienza della passata amministrazione a proposito di servizi sociali. Debbono farsene una ragione che esistono al mondo non solo persone come loro, ma persone che si spendono senza pretendere nulla in cambio. >>

Lettera-Aperta-3-luglio-2022-CittadinanzAttiva-Sicilia-APS-1

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su