Breaking News
Home / Cultura / Arte e Libri / Rodì Milici, la giovane Serena Lo Conti si classifica prima a Ortona
Rodì Milici, la giovane Serena Lo Conti si classifica prima a Ortona

Rodì Milici, la giovane Serena Lo Conti si classifica prima a Ortona

Grande soddisfazione per la giovane artista siciliana, Serena Lo Conti. L’avevamo intervistata il 18 dicembre scorso, in occasione dellʼinauguragione della sua seconda mostra presepiale. In quell’occasione, Serena ci aveva raccontato la sua grande passione e lʼiter, dalla pandemia ai giorni nostri, che lʼha vista protagonista nella realizzazione del suo presepe lungo ben 7 metri.

Diciottenne, determinata e dalla spiccata vena artistica nata sin da quando era bambina, studentessa al Liceo Scientifico delle Scienze Applicate presso l’istituto Copernico di Barcellona Pozzo di Gotto, in provincia di Messina.

Dal 2016, con i suoi presepi si posiziona ai primi posti nelle classifiche dei concorsi indetti in tutta Italia. Quest’anno, il trionfo a Ortona, in Abruzzo, dove Serena conquista il posto più alto nei gradini del podio riservati ai presepi più votati.

Non solo arte presepiale per Serena, che nel tempo libero si dedica anche al sociale e al giornalismo, altra sua passione. “Una ragazza esplosiva e piena di idee”: lʼaveva descritta così il presidente dell’associazione Pedalare, Filippo Campisi, ai nostri microfoni. “Un vanto per noi come associazione. Serena è una nostra associata e unʼeccellenza per l’intero territorio. Siamo fieri di averla con noi!”.

«L’ho acquisita per sbaglio questa passione –, spiega Serena – ad oggi è diventato il mio punto di riferimento. Sono felicissima di aver vinto un altro primo posto, ma sono ancora più soddisfatta per l’amicizia che si è creata con il presidente Giovanni Serano (presidente dall’associazione). Se ho vinto diversi premi in giro per l’Italia è grazie ai miei genitori e a mia sorella che mi sostengono, ma anche grazie a tutte le persone che mi seguono e che mi votano nei concorsi. Il premio di quest’anno voglio dividerlo in parte con tutti i miei fan e con l’associazione Pedalare.”

L’intervista
Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su