Breaking News
Home / In Evidenza / Calatabiano, Comitato Civico: “Arrivano i primi riscontri sulle criticità del servizio idrico” 
Calatabiano, Comitato Civico: “Arrivano i primi riscontri sulle criticità del servizio idrico” 

Calatabiano, Comitato Civico: “Arrivano i primi riscontri sulle criticità del servizio idrico” 

Dopo il disservizio idrico che aveva causato non pochi disagi a Calatabiano, nel Catanese, giungono i primi riscontri. Il 25 luglio scorso, nel Palazzo Municipale, su iniziativa del Comitato Civico spontaneo si era svolto l’incontro tra i rappresentanti dello stesso con i Commissari Straordinari ed i vertici della Sogip, azienda che gestisce il servizio idrico nel Comune. In quella data, attraverso un clima interattivo, si erano gettate le prime basi per una efficace azione sinergica allo scopo di rintracciare le soluzioni utili. Determinante l’azione posta in essere dal Comitato, nato proprio allo scopo di trattare con le Istituzioni e risolvere le particolari criticità causate dalla precaria erogazione del servizio idrico.

“Nel rispetto della cittadinanza, in attesa da tempo di conoscere i dettagli, le determinazioni e le eventuali soluzioni prospettate nel corso dell’incontro ci è sembrato opportuno redigere in autonomia la presente comunicazione al netto del verbale istituzionale del Comune e dalle dichiarazioni dei vertici della Società Sogip, richiesti a fine incontro e nonostante i continui solleciti, mai pervenuti. 

Alla luce della situazione, il Comitato ha posto nel corso dell’incontro i principali quesiti richiesti dalla cittadinanza, rispetto ai quali i responsabili della Sogip hanno voluto esporre una premessa di carattere tecnico in funzione alla difficile situazione delle strutture, considerate obsolete, con cui hanno acquisito la rete idrica affidata e per la quale saranno necessari diversi mesi per invenire adeguatamente e come affermato, potenzialmente completare i vari lavori entro due anni. 

Il riferimento non è solo alle rete in senso stretto, dunque alle “tubazioni” cittadine ma anche ai vari impianti come le vasche, la fognatura e soprattutto i sistemi di depurazione considerati di primaria importanza ai quali è stato necessario dare la priorità. In questa sede non vogliamo e non possiamo entrare negli ambiti tecnici, anche perché l’oggetto è esclusivamente riferito ai disservizi di carenza idrica alle famiglie ed alla cittadinanza, ma tale puntualizzazione risulta essenziale per comprendere la posizione della Sogip in relazione agli impegni assunti che prevedono appunto la modernizzazione e la relativa manutenzione delle infrastrutture considerate vetuste. 

Entrando nel dettaglio delle problematiche sulla stretta quotidianità, il Comitato ha voluto pertanto spostare l’attenzione sulle criticità reali che la cittadinanza subisce ogni giorno ed ha dunque posto domande chiare e puntuali riportate di seguito insieme alle risposte. 

In prima analisi è stata chiesta la motivazione per la quale in numerosi punti della Città, come sottolineato sui social da numerosi utenti, l’acqua arriva in modo carente, nei termini di flusso e portata, cosa che ovviamente impedisce le normali attività primarie, come una semplice doccia, e mette in grande difficoltà le persone più fragili.

In tal senso i responsabili della Sogip hanno evidenziato, come in numerose città siciliane, l’imponente utilizzo di questo periodo comporta la possibile e potenziale carenza idrica. Hanno inoltre riferito della difficoltà tecnica di aumento della pressione per evitare possibili rotture della rete in alcuni tratti “molto debole”. Hanno altresì confermato l’impegno di monitorare ed eventualmente intervenire celermente rispetto alle varie segnalazioni, invitando la cittadinanza a contattare il servizio guasti attivo h24. 

A tale interrogativo il Comitato ha aggiunto la problematica dell’aria presente nelle tubazioni che impedendo il corretto flusso idrico “va a singhiozzo” ed insieme alla questione di cui sopra, mette tra le altre cose a rischio il funzionamento delle caldaie.

I responsabili della Sogip su tale punto hanno dichiarato la completa disponibilità a rispondere alle singole segnalazioni ed intervenire in modo immediato rafforzando la propria area tecnica.

E proprio negli ultimi giorni sembra che i tecnici abbiano iniziato ad incrementare la portata, effettuando alcune tarature anche per ridurre l’aria nelle condutture in modo da puntare al ritorno della tanto auspicata normalità. Si invita la cittadinanza a confermare o meno anche pubblicamente e sui social l’eventuale miglioramento della situazione.

Quesito di grande importanza posto dal Comitato è stato quello relativo al servizio clienti, considerato inefficiente.  Moltissime le segnalazioni di mancata risposta a telefonate, mail e pec e di chiarimenti sulle bollette di difficile comprensione. Su questo è stata richiesta esplicitamente una migliore qualifica e competenza e chiarezza degli addetti, rispetto alle interlocuzioni con il cittadini e nei termini di legge, e possibilmente l’assunzione di personale con le giuste competenze e l’adeguato know how fondamentale in questo settore. 

Sul punto in questione la Sogip ha confermato le difficoltà relative al personale amministrativo e di front office a disposizione del cliente, impegnandosi a segnalare la questione e potenziare il servizio anche con l’acquisizione di un call center dedicato. Ha infine confermato il potenziamento degli uffici fisici presenti nei vari territori e dunque anche a Calatabiano. 

Sul punto delle tariffe considerate esose, i responsabili della Sogip affermano che rientrano nelle tariffe pubbliche evidenziate sui portali istituzionali (vedi sito Sogip) come Tariffe del Servizio Idrico Integrato (SII) approvate dall’Assemblea Territoriale Idrica di Catania (ATI) e pertanto incluse nella delibera di affidamento del servizio. E’ possibile visionare e scaricare la documentazione dal link: https://www.sogip.it/download/listino-prezzi-fornitura/

Il Comitato ha anche visionato la deliberazione della commissione straordinaria con ì poteri della Giunta Comunale n. 84 del 15/09/2022 ma non ha avuto accesso (fino a questo momento) agli allegati.

È possibile visionare e scaricare la deliberazione con oggetto ‘Presa d’atto verbale delle operazioni di trasferimento degli impianti dal comune di Calatabiano v al soggetto aggregatore Sogip S.r.l. dal link: https://onlinepa.info/index.php?page=man_mod&mod=9&action=show&ente=141&idmod40577

Il Comitato precisa che resta a disposizione per integrazioni, aggiornamenti, ulteriori versioni anche rispetto ad eventuali imprecisioni o richieste di rettifiche sul contenuto dalla presente.

Il Comitato specifica inoltre che in comune collaborazione con la cittadinanza interessata ed in relazione alle eventuali segnalazioni, continuerà a vigilare sull’argomento in modo incisivo ed attento.

Si coglie infine l’occasione per ringraziare ancora una volta il Comune, i Commissari Straordinari ed i responsabili della Sogip per la disponibilità e l’attenzione riservata”. 

Seguici e condividi:

Lascia un commento

Torna su